Dall’aborto alle scie chimiche il passo è breve

alleged chemtrails

Lamentiamoci delle catene di notizie stupidamente false rilanciate sui social network. Sicuramente è capitato a molti di voi di perdere la pazienza di fronte al seguente scenario. L’amico condivide su Facebook, eccitato/indignato, l’ennesima ipotesi di complotto/notizia incredibile/appello anti-sistema. Senza avere un minimo di spirito critico, senza farsi domande. Tipo che tra una settimana Marte diventerà grande come la Luna nel Cielo, o che Facebook sta per diventare a pagamento, che bisogna indignarsi contro il Parlamento per una legge inesistente. Che non siamo mai stati sulla Luna. O che c’è una grande cospirazione per spargere sostanze chimiche nocive dagli aerei, sulla popolazione ignara. Ok, è un problema. Non faccio i nomi…

Leggi l’articolo

Cattiva Coca Cola? Cattivo giornalismo, ricerca sospetta.

bibite sullo scaffale

“Giornalismo” Il giornalismo è spazzatura, punto. Poi c’è chi lo fa più subdolamente, e ci sono le cose fatte coi piedi. Ecco, lo sbraco aumenta. Parecchie testate danno la notizia sulla Coca Cola che trovate qui riportata, più o meno in questa forma. La Coca Cola è peggio delle sigarette, distrugge il DNA e fa invecchiare di 4 anni e mezzo. Sentite la boutade: “La Coca Cola sembra essere davvero nociva per la salute. Come le sigarette.” Questo articolo cita “gli ultimi studi scientifici” (!), pubblicati dall’ American Journal of Public Health… una rivista che il giornalista di Libero nomina ma evidentemente non ha controllato, altrimenti saprebbe che lo studio…

Leggi l’articolo

Google e il potere di distorcere

esempio di autocomplete tendenzioso

  Alcune religioni sono più uguali di altre Pensa la perversione. Mettiamo che stiate cercando notizie in Inglese su episodi di violenza contro gli Ebrei: violence against Jews. Scopro ora che persino l’autocomplete di Google è tendenzioso… finché scrivi violence against ti aggiunge women con varie varianti (e vabbè, c’è il femminismo). Quando aggiungi la J ti suggerisce journalists. Aggiungendo anche la E suggerisce jehova witnesses, cioè ti invita ad informarti sui tantissimissimi casi di attacchi contro i Testimoni di Geova… (?) Se infine aggiungi anche la W non suggerisce più nulla… evidentemente violence against jews è una roba mai sentita… chi mai ha fatto del male agli Ebrei? Non…

Leggi l’articolo

Il papa della fine del mondo. E la Chiesa degli opposti fatalismi: catastrofisti e normalisti

Papa Francesco

…oggi c’è in molti cattolici la paura, tutta nuova, che non sia più tempo di resistere, che le cose siano cambiate talmente tanto che stavolta la Chiesa non ce la farà: questo sarebbe il segno della Fine del Mondo, un mondo che non può più andare avanti così. E allora ci sono due trend, disturbanti, in atto. L’un contro l’altro armati, e paradossalmente simili. Fatalisti. Tra chi sinceramente vuole essere fedele, due modelli diversi, che potremmo definire: A. normalista, che insiste a negare che si debba muoversi per fare qualcosa, se non pregare; B. catastrofista, che vede anticristi dappertutto. Questo mio articolo è stato pubblicato su Papalepapale.   C’è una malattia che affligge…

Leggi l’articolo

Betlemme: Cristiani maltrattati ma non si dice…

Altare adorno accanto a graffiti

Ecco un link che fa pensare. I cristiani fuggono da Betlemme. Vi diranno che è colpa di Israele ma a farli scappare sono soprattutto gli islamisti. Betlemme! Questo articolo mi colpisce particolarmente perché quando sono stato proprio lì, a settembre, ho notato una certa sollecitudine dei frati della Custodia di Terrasanta a dare la colpa dell’esodo dei Cristiani alla crisi economica (!) Del resto era sconcertante notare il loro appiattimento sullo schemino Israeliani=oppressori, Palestinesi=povere vittime, senza la minima sfumatura, attenzione critica… E pensare che per il resto non si può che rimanere ammirati per l’opera silenziosa ma fattiva dei Frati Minori Francescani in Terrasanta. Capisco che ci sono comunque vecchie…

Leggi l’articolo

I veri terroristi sono: […]

Terrorist Nidal Hassan contrapposto a simbolo del Tea Party

Un veloce commento sulla classica notizia che mi fa salire la pressione arteriosa. Fort Hood Ignored Nidal Hassan, Now Warns of Tea Party Terror Threat Daniel Greenfield riporta di una straordinaria coincidenza. Due situazioni estreme che coinvolgono sempre la stessa base militare americana di Fort Hood. Scena 1: Nidal Hassan, un ufficiale dell’esercito Usa, musulmano, dopo aver dichiarato apertamente per anni di stare dalla parte dei terroristi, anche in una presentazione Powerpoint di fronte ad altri ufficiali che facevano finta di niente tossicchiando, e dopo aver coltivato legami con un imam coinvolto negli attentati dell’11 settembre, a novembre 2009 si mette a sparare all’impazzata sui soldati della sua stessa base…

Leggi l’articolo

Povera Siria

Danni della guerra in Siria

Qualcuno un tempo disse che le democrazie erano la migliore garanzia per la pace, perché governanti democraticamente eletti non avrebbero potuto andare contro il volere dei loro popoli, e la gente certamente non vuole la guerra. E io ci credetti. Invece ora scopriamo la novità: fanno guerre sempre più senza senso, contro l’interesse di tutti. Tanto l’elettore non conta, e se contasse non saprebbe scegliere comunque. E allora via, ad assecondare l’onda del momento. Si sentono statisti perché cavalcano gli eventi secondo la linea sbagliata, che però è stata raccontata come doverosa ed inevitabile.

Leggi l’articolo

Pillola di animalismo

Basset Hound pendant

Scena al mare ieri. Arriva una signora dell’apparente peso di 150Kg, con in mano un guinzaglio a cui è appeso un cagnolino che potrebbe pesare 2Kg scarsi. Appeso nel senso che il cane-topo penzola come un salame ad un metro da terra. Capisco che non è bello fare osservazioni sull’obesità altrui (io poi ho i miei problemi con la pancia), ma in questo caso risaltava troppo il contrasto col suo botolo di razza. Praticamente era il suo ciondolo. La matrona scende in spiaggia, lo posa lì sullo scoglio e dice: -Bravo, così, vicino alla mamma! Mi sono trattenuto dal chiederle: -Signora, lei ha partorito un cane?

Leggi l’articolo

White trash. Quando la vita non ti dà scuse

Cartello per strada che invita a non foraggiare il racket dell'accattonaggio

Oggi ho avuto una conversazione con un mendicante semiprofessionista. E’ cominciata col lui che praticamente mi chiedeva consigli su dove andare a chiedere l’elemosina (!), in una assolata e deserta Via di S.Martino, a Genova. Tipo certamente particolare. 50 anni, rimasto senza lavoro, defunti i parenti che potevano dargli una mano. Racconta parecchie cose e non sai quali siano vere e quali aggiustate. Comunque insiste che cerca lavoro, ma si adatta all’accattonaggio. Quando gli ho chiesto se ha parlato con un Centro di Ascolto, mi ha detto che gli hanno consigliato di andare in giro a vendere dei palloncini. Ma poi succede che la gente, impietosita, gli dà i soldi…

Leggi l’articolo

Questi cattolici che sfornano figli in quantità…

conigli

Conversazione che stamattina non ho potuto fare a meno di ascoltare. Stavo portando assistenza tecnica ad un ufficio che rimarrà non identificabile per ovvie ragioni. Due donne, colleghe tra di loro, che parlano davanti a me (non dando peso alla mia presenza) di una recita di fine anno dell’asilo. La più giovane descrive una situazione che l’ha indignata. L’ha notata, dice, perché non ha figlie femmine. (?) Le bambine della classe indossavano delle minigonne, anzi no, delle gonne di jeans abbastanza corte, evidentemente secondo una indicazione delle insegnanti. E c’era poi questa bimbetta che aveva una gonna lunga a pieghe. Nel raccontare insiste due volte sul seguente concetto: non si…

Leggi l’articolo

L’orsacchiotto va alla guerra

orsacchiotti ispirati a Benedetto XVI

Nel giorno in cui il Papa annuncia il suo ritiro, guardo fuori della finestra e vedo un manto bianco che avvolge tutto. Mi viene spontaneo pensare a dei primi secoli, che scrivendo dalla Palestina raccontava ammirato di come la terra di Gesù sembrava preservata in pace, per una grazia speciale, tanto che persino la natura, cogli uccellini a cinguettare sugli alberi, mostrava questa armonia e tranquillità.   Io che volevo farmi la maglietta con la foto di Ratzinger già prima che iniziasse lo scorso conclave, in questo momento penso soprattutto a lui, alla straordinaria umiltà con cui si è congedato, persino scusandosi dei suoi difetti di fronte a un mondo…

Leggi l’articolo

Ad un sostenitore di Renzi, deluso dal Partito

Bersani e Matteo Renzi stretta di mano

AGGIORNAMENTO per i distratti – 4 agosto 2016. Questo articolo è del 2012; Matteo Renzi nel frattempo (febbraio 2014) è diventato Presidente del Consiglio, senza passare attraverso una elezione: terzo consecutivo capo del governo inserito dall’alto con manovra pilotata. Sono passati altri 2 anni e tutti gli indizi portano ad una sua prossima defenestrazione con qualcuno più gradito ai piani alti delle istituzioni europee. E’ la “democrazia” (bellezza?)… Quando ho scritto originariamente questo pezzo, si assisteva ad uno scontro di potere nel PD tra una vecchia guardia ancora convinta di poter comandare, forte del proprio radicamento sul territorio, della forza di coesione dei propri militanti riuniti nelle sezioni di partito…

Leggi l’articolo