Trump è la risposta ad Obama

  E oggi finalmente Obama ha lasciato. Sono passati più di 2 mesi dall’elezione, ma tant’è i suoi fan stanno ancora elaborando il lutto e lamentandosi in tutti i modi perché ha vinto Trump invece della degna successora (successrice? Successoressa? Boldrini aiutami!).   Sotto vari aspetti Donald Trump rappresenta l’esatto opposto di Barack Obama: una reazione. Per altri versi però ne è il successore naturale: un’altra icona pop, il tipo di personalità che può emergere dopo che il tizio abbronzato (cit.) ha spianato la strada verso un approccio alla politica basato sull’immagine.   Di seguito alcuni punti per apprezzare somiglianze e contrasti. La spunta verde e la x rossa hanno il…

Leggi l’articolo

Puoi credere ai tuoi occhi nell’Era dell’Immagine?

AVVISO: alcune foto qui riportate potrebbero risultare troppo cruente per un bambino.   Nel mio ultimo post ho messo in evidenza quanto sia facile innamorarsi di una interpretazione arbitraria dei fatti, specialmente se mette in cattiva luce qualcuno che disprezziamo e/o serve a sentirci quelli più furbi degli altri che hanno capito tutto. Ma nella nostra società mediatica, bombardati da messaggi, foto e video scelti e limati per catturare la nostra attenzione, dove le modelle hanno i corpi photoshoppati e vedi tizi che twittano tranquillamente da una zona di guerra allegando dei filmati impossibili da verificare, sorge una nuova domanda. Possiamo credere a ciò che vediamo?   La verità è sfuggente. Inganni. Eventi…

Leggi l’articolo

Le stranezze dell’attentato di Berlino e la tentazione di ricamarci su

2 scene. Babbo Natale sul camion commerciale artefaatto, il Natale di sangue col camion che ha ucciso a Berlino

Contrasti   Ormai anche la guerra vive di immagine. L’ISIS produce una rivista patinata con cui insegna a compiere azioni atroci con una raffinatezza editoriale da fare invidia al National Geographic. Il terrorismo recluta adepti attraverso i più vari canali internet, e vive di immagini, video propagandistici, riprese di esecuzioni lungamente provate e riprovate su condannati ormai rassegnati ed inermi. Attaccare il Natale è un atto simbolico nettissimo. Attaccare un mercato di Natale è ancor più azzeccato, perché colpisce l’immaginario tanto quanto centra la natura di questa festa occidentale di massa (compere e non preghiere). Per questo ho scelto di aprire con una immagine netta, di contrasto: da un lato il…

Leggi l’articolo

Lo chef Cracco, il Cenone da 1500€ e il male dell’Italia

chef Carlo Cracco

Una notizia rilanciata da parecchi giornali: per lo scorso cenone di San Silvestro, 60 “fortunati” hanno pagato 1500 euro a testa per la serata: arrivo in motoscafo alla location veneziana, cena esclusiva firmata Carlo Cracco, spettacolo a latere, gondola e champagne in laguna per vedere i fuochi d’artificio, poi intrattenimento con DJ. Notizia curiosamente riportata in maniera asciutta dai siti di notizie che ho consultato, senza particolari commenti. Eppure pensata per andare virale, per essere condivisa sui social a botte di indignazione e maledizioni scagliate contro Cracco stesso. Evidentemente hanno pensato che le polemiche da strapaese era inutile metterle già nell’articolo, ci avrebbero pensato i condivisori. Come puntualmente avvenuto. I…

Leggi l’articolo

Bimbo vende orsacchiotto per mangiare

bambina con orsacchiotto per strada

Blumudus ha insistito che commentassi questa notizia. In realtà il fatto è di quest’estate, ma continuavo a rimandare. Poi Blumudus mi fa: “Ora non hai più scuse, scrivi.” E’ una storia adatta allo spirito sdolcinato delle vacanze natalizie, dove salta fuori tutto un filone di storie buoniste e/o strappalacrime e/o con protagonisti bambini. Ha ragione! Ecco dunque.   Nella cittadina di Franklin, in Ohio, la polizia ha trovato un bambino di 7 anni che andava in giro da solo; cercava di vendere il suo orsacchiotto in cambio di cibo. Non mangiava da giorni. L’episodio è stato raccontato dall’agente Steve Dunham, che vedete nella foto sotto. Una piccola storia, con il poliziotto…

Leggi l’articolo

Perché i problemi sono sempre facilissimi o difficilissimi

gatto intrappolato in alto

Ostacoli naturali e ostacoli umani.   Fateci caso. E’ difficile trovarsi di fronte ad un problema di difficoltà media. Nella vita incontriamo spesso questioni che ci sembrano molto chiare ed evidenti, e ci chiediamo come mai gli altri non ci siano ancora arrivati. E poi ci sono difficoltà che ci sembrano quasi insormontabili, problemi che sono veramente più grandi di noi. Apparentemente le situazioni intermedie non sembrano così comuni. Eppure te le aspetteresti. Com’è ‘sta storia?   Ovviamente appena inizio a fare esempi creo occasioni di disaccordo. Ma proviamoci comunque.   Produrre un nuovo vaccino richiede anni di lavoro di un team di ricercatori, e il risultato non è garantito. Rendersi…

Leggi l’articolo

Attivissimo sbrocca. Lo sbufalatore che crede alle bufale anti-Trump

Trump waves, photo maliciously implying a nazi salute

Come rovinare una reputazione. Per chi non lo conoscesse, Paolo Attivissimo è un giornalista molto attivo 🙂 (e, aggiungo, benemerito) nel debunking di tante sciocchezze, teorie strampalate e di complotto che circolano in Internet. Svolge(va) un lavoro lodevole smontando le bufale sull’ 11 settembre, sullo sbarco sulla Luna, sulle leggende metropolitane informatiche e molte altre (pensiamo agli sciachimisti e agli antivaccinisti… se non sapete cosa sono, meglio per voi). Ebbene, ce lo siamo perso. Qualche giorno fa ha pubblicato un articolo penoso, imbarazzante, contro Donald Trump. Eccolo. FAQ: perché ce l’ho con Trump presidente? Perché sono un debunker Penoso perché sembra scritto da uno dei complottisti che tanto spesso lui…

Leggi l’articolo

Ho scoperto di non essere omofobo! Grazie Milo Yiannopoulos!

Vi presento un animale da palcoscenico, uno che è nato per far parlare di sé.   Milo Yiannopoulos è un personaggio sui generis, stella emergente e provocatore di mestiere. E’ stato lanciato da Breitbart.com, il sito internet più serio e collaudato tra quelli che sostenevano Trump, ma per questo bollato come estremista. Milo in effetti sa spingersi oltre, quindi conoscerlo significa farsi una idea migliore di cosa sia la destra alternativa americana che sta nascendo. E non c’entra nulla coi razzisti e i violenti. Milo è un troll. E’ stato bandito a vita da Twitter. Di fatto sta americanizzandosi, quella è la cultura e l’audience a cui si rivolge e con cui…

Leggi l’articolo

Ha stato Putin! (Senza vergogna)

Ci sarebbe solo da ridere. Il fatto è che questi giornalisti vengono presi sul serio.   Hillary Clinton parla di “vast right-wing conspiracy” (=megacomplotto delle destre) fin dal 1998. Ogni tanto ha ritirato fuori questa simpatica idea. Solo che sarebbe ora di lasciarla perdere. E’ una ex. Invece eccola di nuovo sulle tv a prendersela con le notizie false, le famose “fake news” che avrebbero fatto vincere Trump. Ovviamente tutti i grandi giornali a pendere dalle sue labbra e cavalcare l’onda dell’indignazione, invocando la censura sotto altro nome: contro questi puzzoni che su internet si permettono di dare notizie più o meno non vere. Grandi giornali che nei ritagli di tempo,…

Leggi l’articolo

Notizie false e pregiudizi sinistri nell’America delle diversità

Il teatrino delle diversità   Cosa significa vivere in una bolla. Una bella sera il nuovo vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence decide di andare a teatro a vedere un musical a tema storico, su Alexander Hamilton. Viene fischiato. Alla fine dello spettacolo gli attori dal palco gli fanno un bel predicozzo, sul fatto che non si sentono sufficientemente protetti dalla nuova amministrazione, che non sarà capace di prendersi cura del Pianeta (!) e rispettare la Diversità della società americana. In altre parole siete dei razzisti ignobili per definizione. Noi attori non accettiamo la vostra vittoria. Ci sentiamo in diritto di attaccarvi frontalmente perché siamo i rappresentanti del bene. La nostra capacità…

Leggi l’articolo

Il Giovane Profeta

Oggi i Cattolici celebrano l’Immacolata Concezione: contrariamente a quanto ogni tanto si sente dire in giro, non c’entra niente col fatto che Gesù Cristo sia nato da una Vergine. No, l’Immacolata indica la Madonna, che ha ricevuto una Grazia speciale sin dal momento del suo concepimento (nell’utero di sua madre, Sant’Anna): venire preservata dalla macchia del peccato originale. Se non siete papisti questo concetto potrà sembrarvi bizzarro e incomprensibile, ma in realtà è qualcosa di profondo e liberante. Ma di questo ve ne parlerò l’8 Dicembre 2017. 😛   Stavolta occupiamoci di altro. Chi è stato il più grande profeta di sempre? E qual è stato il suo primo atto da profeta?…

Leggi l’articolo

Idea: l’omeopatia mette il turbo.

drop of water

‘Spetta, ho appena inventato un potenziamento omeopatico! Perché tutti i rimedi omeopatici attuali hanno ‘sto difetto che c’è sempre un retrogusto di dinosauro e alga azzurra, roba che l’acqua si porta dietro da ! Metti che ti rovina umore e appetito.   Poi l’acqua ricorda troppe cose e l’effetto può essere di non farti ricevere il medicamento giusto. Tipo volevi una dose potentemente diluita di arsenico, ed invece l’acqua in quel momento pensava alla volta che era stata alle sulfuree terme. Oppure compri una pasticca omeopatica di Muro di Berlino (esiste!!!) ed invece quella volta ti elargisce le proprietà della Fogna di Calcutta. Ecco perché a volte gli allopati lamentano che…

Leggi l’articolo