Lutero un Santino: Not In My Name

Il Papa con una statua di Martin Lutero

Cosa ci vedreste se foste un Luterano? Oggi nei paesi di tradizione cattolica si festeggiano i Santi. Ieri invece il Papa è andato in Svezia ad inaugurare un malaugurato anno di celebrazioni della Cosiddetta Riforma Protestante. Da parte cattolica. Ora, per capire l’assurdità della situazione, provate persino a mettervi nei panni di un Luterano. Osservate da questa prospettiva esterna il comportamento del Papa e del suo seguito di ammiratori-interpreti. Pensate alle implicazioni della foto qui sopra. Non si tratta di un andarsi incontro, è una resa. Sostanzialmente unilaterale. Un Protestante, oggi, guarda al Papa come ad un anziano buono, mite e arrendevole, che è impegnato a liquidare una vecchia istituzione ormai giunta…

Leggi l’articolo

Fa caldo, bevete molto

Anguria davanti una piscina

Osservazione bonus: fate il bagno subito dopo mangiato che vi fa bene!   C’è una tradizione consolidata nei telegiornali italiani: quando è estate e ci sono poche notizie, immancabile arriva il servizio in cui si scopre l’acqua calda (e l’aria calda, e il resto: tutto caldo). Le temperature sono molto alte, cari ascoltatori bevete molti liquidi, mangiate leggero ed evitare di uscire di casa nelle ore centrali della giornata, specialmente le persone anziane. Grazie, anche quest’anno mi avete salvato la vita. Non so se si faccia anche all’estero. Io in effetti evito di guardare la TV da una quindicina di anni. Ma tant’è. Poco tempo fa mia moglie, sentendo parlare…

Leggi l’articolo

Bloccato su Twitter, emozione! (Fanatici anti-Trump)

Mi sono messo a provare Twitter. Per me è un po’ un esperimento, ma anche un modo di fare autopromozione e di collegarmi ad altri, magari scambiando qualche battuta sardonica. Per ora devo dire che è stata un’esperienza poco promettente, per usare un eufemismo. Considero una benedizione il fatto di essere cresciuto e di essermi formato mentalmente ben prima dell’emergere di questa non-cultura caotica e superficiale. Ecco qui di seguito un caso esemplare che dimostra in che condizioni è ridotto il “dialogo” oggigiorno. Come ce ne fosse bisogno. Trump contro Clinton Disclaimer: sono un osservatore molto parziale, dalla parte di Donald Trump, per le due 0ttime ragioni che penso sia…

Leggi l’articolo

Un nuovo inizio

Gatto che spinge anguria

Riprendo finalmente in mano il mio blog, questa volta sul serio. E’ rimasto per anni un sito internet stealth, semi-abbandonato e mai pubblicizzato, con il layout perennemente da rifare e il codice non più aggiornato. Mea culpa. Tanta acqua è passata sotto i ponti… Per dire, avevo scelto il nome blumudus.net invece del più ovvio blumudus.com, ma non mi ricordo neanche perchè l’avevo fatto. D’ora in poi .net rimanda alla versione inglese di .com. Gli eventi si susseguono rapidi giorno dopo giorno (e ho giò perso troppo tempo): la Turchia di Erdogan si sta rapidamente trasformando in dittatura, attacchi terroristici di matrice islamica sono diventati sempre più frequenti, poi ci…

Leggi l’articolo

Quando una moglie è così innamorata che ti accoglie a casa sua

A marriage proposal, two figurine frogs

La distruzione del concetto di famiglia, trasformata in un orpello facoltativo un po’ demodé, passa anche attraverso mille burocrati che stavano eseguendo gli ordini. Sposato da poco, nuova vita, sono in attesa di vendere la vecchia casa. Per fare un semplice cambio di residenza devo tornare una seconda volta all’ufficio comunale, con una dichiarazione scritta di mia moglie: deve acconsentire esplicitamente a farmi entrare nel suo stato di famiglia. Dico: è lo stesso Comune dove, tra vari intoppi burocratici, ci avevano fatto compilare le scartoffie per il matrimonio solo pochi mesi fa. Niente, non basta. Rivoluzione culturale. In pochi anni siamo passati dalle denunce per abbandono di tetto coniugale, alla…

Leggi l’articolo

I pasti in aereo e la decadenza

vegetarian meal @Thai Airways

Segni dei tempi. Dobbiamo volare con Qantas. Vado sul sito della compagnia aerea, che tra l’altro ti permette di scegliere e prenotare un eventuale menu speciale per i pasti a bordo. Non avevo mai considerato questa opportunità prima. Mi aspettavo svariate opzioni per problemi di salute, tipo allergia/intolleranza da comunicare (nickel, crostacei, frutta a guscio…), pasto iposodico… invece non avevo inteso che non è il corpo che ha problemi, ma la mente. Sicuro, c’è l’opzione celiaci e l’opzione diabetici, più, inspiegabilmente, la categoria bebè 0-11 mesi e 2-11 anni… (evidentemente tra gli 11 mesi e i 2 anni i piccini non mangiano o non viaggiano mai.) Ma per il resto,…

Leggi l’articolo

Dall’aborto alle scie chimiche il passo è breve

alleged chemtrails

Lamentiamoci delle catene di notizie stupidamente false rilanciate sui social network. Sicuramente è capitato a molti di voi di perdere la pazienza di fronte al seguente scenario. L’amico condivide su Facebook, eccitato/indignato, l’ennesima ipotesi di complotto/notizia incredibile/appello anti-sistema. Senza avere un minimo di spirito critico, senza farsi domande. Tipo che tra una settimana Marte diventerà grande come la Luna nel Cielo, o che Facebook sta per diventare a pagamento, che bisogna indignarsi contro il Parlamento per una legge inesistente. Che non siamo mai stati sulla Luna. O che c’è una grande cospirazione per spargere sostanze chimiche nocive dagli aerei, sulla popolazione ignara. Ok, è un problema. Non faccio i nomi…

Leggi l’articolo

Cattiva Coca Cola? Cattivo giornalismo, ricerca sospetta.

bibite sullo scaffale

“Giornalismo” Il giornalismo è spazzatura, punto. Poi c’è chi lo fa più subdolamente, e ci sono le cose fatte coi piedi. Ecco, lo sbraco aumenta. Parecchie testate danno la notizia sulla Coca Cola che trovate qui riportata, più o meno in questa forma. La Coca Cola è peggio delle sigarette, distrugge il DNA e fa invecchiare di 4 anni e mezzo. Sentite la boutade: “La Coca Cola sembra essere davvero nociva per la salute. Come le sigarette.” Questo articolo cita “gli ultimi studi scientifici” (!), pubblicati dall’ American Journal of Public Health… una rivista che il giornalista di Libero nomina ma evidentemente non ha controllato, altrimenti saprebbe che lo studio…

Leggi l’articolo

Google e il potere di distorcere

esempio di autocomplete tendenzioso

  Alcune religioni sono più uguali di altre Pensa la perversione. Mettiamo che stiate cercando notizie in Inglese su episodi di violenza contro gli Ebrei: violence against Jews. Scopro ora che persino l’autocomplete di Google è tendenzioso… finché scrivi violence against ti aggiunge women con varie varianti (e vabbè, c’è il femminismo). Quando aggiungi la J ti suggerisce journalists. Aggiungendo anche la E suggerisce jehova witnesses, cioè ti invita ad informarti sui tantissimissimi casi di attacchi contro i Testimoni di Geova… (?) Se infine aggiungi anche la W non suggerisce più nulla… evidentemente violence against jews è una roba mai sentita… chi mai ha fatto del male agli Ebrei? Non…

Leggi l’articolo

Il papa della fine del mondo. E la Chiesa degli opposti fatalismi: catastrofisti e normalisti

Papa Francesco

…oggi c’è in molti cattolici la paura, tutta nuova, che non sia più tempo di resistere, che le cose siano cambiate talmente tanto che stavolta la Chiesa non ce la farà: questo sarebbe il segno della Fine del Mondo, un mondo che non può più andare avanti così. E allora ci sono due trend, disturbanti, in atto. L’un contro l’altro armati, e paradossalmente simili. Fatalisti. Tra chi sinceramente vuole essere fedele, due modelli diversi, che potremmo definire: A. normalista, che insiste a negare che si debba muoversi per fare qualcosa, se non pregare; B. catastrofista, che vede anticristi dappertutto. Questo mio articolo è stato pubblicato su Papalepapale.   C’è una malattia che affligge…

Leggi l’articolo

Betlemme: Cristiani maltrattati ma non si dice…

Altare adorno accanto a graffiti

Ecco un link che fa pensare. I cristiani fuggono da Betlemme. Vi diranno che è colpa di Israele ma a farli scappare sono soprattutto gli islamisti. Betlemme! Questo articolo mi colpisce particolarmente perché quando sono stato proprio lì, a settembre, ho notato una certa sollecitudine dei frati della Custodia di Terrasanta a dare la colpa dell’esodo dei Cristiani alla crisi economica (!) Del resto era sconcertante notare il loro appiattimento sullo schemino Israeliani=oppressori, Palestinesi=povere vittime, senza la minima sfumatura, attenzione critica… E pensare che per il resto non si può che rimanere ammirati per l’opera silenziosa ma fattiva dei Frati Minori Francescani in Terrasanta. Capisco che ci sono comunque vecchie…

Leggi l’articolo

I veri terroristi sono: […]

Terrorist Nidal Hassan contrapposto a simbolo del Tea Party

Un veloce commento sulla classica notizia che mi fa salire la pressione arteriosa. Fort Hood Ignored Nidal Hassan, Now Warns of Tea Party Terror Threat Daniel Greenfield riporta di una straordinaria coincidenza. Due situazioni estreme che coinvolgono sempre la stessa base militare americana di Fort Hood. Scena 1: Nidal Hassan, un ufficiale dell’esercito Usa, musulmano, dopo aver dichiarato apertamente per anni di stare dalla parte dei terroristi, anche in una presentazione Powerpoint di fronte ad altri ufficiali che facevano finta di niente tossicchiando, e dopo aver coltivato legami con un imam coinvolto negli attentati dell’11 settembre, a novembre 2009 si mette a sparare all’impazzata sui soldati della sua stessa base…

Leggi l’articolo